CENTRO ECCELLENZA QUALITA'

Ricerca applicata - Trasferimento tecnologico - Prove e tarature - Formazione

Controllo statistico

Gli ftalati, cioè gli esteri dell'acido ftalico, sono composti organici che fino a qualche anno fa erano largamente utilizzati dall'industria delle materie plastiche, primariamente come additivi per migliorare le caratteristiche di flessibilità e di resistenza di alcuni poliimeri tendenzialmente rigidi e fragili, in primis il PVC (cloruro di polivinile).

Con il tempo si è però scoperto che questi composti, o additivi, costituiscono un serio problema per la salute, in quanto sono capaci di interferire con il sistema endocrino< oltre a provocare danni al fegato, infatti, sono capaci di "mimare" alcuni ormoni e quindi di creare squilibri ormonali, sopratutto nei piccoli, e danneggiare il sistema riproduttivo maschine e femminile. 

Per quata ragione l'Unione Europea ha prima limitato l'uso di alcuni ftalati per prodotti destinati a neonati (articoli per puericultura) o per bambini fino a 12 anni; successivamente ha esteso i divieti anche a prodotti a contatto con alimenti destinati anche ad adulti.

In particolare il Regolamento UEN. 2018/2005, che entrerà in vigore dal luglio 2020, inserisce nuovi ftalati e nuovi prodotti nelle limitazioni. 

Oggi è possibile con tecniche analitiche di tipo cromatografico rilevare la presenza di ftalati in materiali plastici, e quindi verificare che i limiti normativi siano rispettati.   

 

L'acronimo MSA sta per Measurment System Analysis, cioè Analisi del Sistema di Misura.

E' uno degli strumenti (tools) per la qualità previsti dal Manuale AIAG (Automiotive Industry Action Group), ed ha lo scopo di dimostrare, attraverso evidenze sperimentali, che l'incertezza di misura prodotta da un sistema di misura specifico è "compatibile" con le tolleranze che il sistema di misura è chiamato a verificare, cioè che l'incertezza è piccola rispetto all'ampiezza del campo di tolleranza.

Lo studio MSA prende in esame le diverse componenti dell'incertezza di misura, come il contributo della strumentazione, del campione di riferimento, dell'ambiente di misurazione, degli operatori (tranne ovviamente che per i sistemi automatici) insieme alla variabilità delle parti.

Uno studio MSA ben condotto è fondamentale per assicurare confidenza nelle misurazioni condotte e nella verifica di conformità ai requisiti.

Anche se lo strumento è nato nell'ambito automotive, ciò non significa che non sia utile e proficuo anche in altri settori.

COVID STOP

Login/Logout

Agenda CEQ

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31